mercoledì 13 dicembre 2017

Cose che capitano...



Come probabilmente avrete notato, le pubblicazioni del blog sono momentaneamente sospese.

Purtroppo, qualche giorno fa, sono caduta accidentalmente dalle scale e l’incidente mi ha causato sia un leggero trauma cranico, che un trauma cervico dorsale, con rettilineizzazione del rachide cervicale e conseguente riduzione fisiologica della cifosi dorsale.  

Vorrei anzitutto rassicurarvi: sono ancora viva e (ahimè per voi) vi toccherà sopportarmi ancora per molto (spero!). Tuttavia, in questo momento ho bisogno di una pausa di riposo, pertanto mi scuso, sia per non riuscire a passare sui vostri blog a commentare i vostri articoli, né sui vostri post pubblicati su Facebook o su G+, sia per non essere ancora in grado di dedicarmi a produrre dei miei articoli, come vorrei.

Augurandomi di tornare molto presto “in carreggiata”, approfitto per farvi giungere un caro saluto e un abbraccio virtuale.


Cle   


18 commenti:

  1. Che brutta esperienza, Clementina. Sei immobilizzata a letto? Spero tu non abbia troppi dolori... Ti mando un abbraccio grande e ti auguro di poterti riprendere presto, riposa il più possibile e rilassati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria Teresa, grazie di tutto!
      Per mia fortuna non sono immobilizzata a letto, tuttavia mi stanco con un nonnulla. Tra l’altro sono ancora sotto terapia farmacologica intensa per contrastare i dolori (miorilassanti decisamente strong, con protettore gastrico, e gocce di valium). Oggi vedrò il medico per sapere come procedere. Già mi è stato detto in pronto soccorso che dovrò necessariamente passare tra le mani di un osteopata o un kiniesologo per sistemare le tre vertebre che si sono ribaltate . Mi era già capitato in passato, quella volta a causa di un brutto incidente stradale, quindi so a cosa vado incontro… Ricambio con tutto il cuore l’abbraccio e farò di tutto per rimettermi in sesto. È una promessa! <3

      Elimina
  2. Avevo già letto su Facebook della tua disavventura. :( Ti faccio tantissimi auguri e, mi raccomando, riposati il più possibile! Io ho in corso la seconda influenza della stagione, probabilmente a causa dello spirare di venti siberiani sabato... e diciamo che se non avessi preparato dei post da tempo farei come te.
    La salute viene prima di qualsiasi altra cosa, blog compreso.
    Un abbraccio forte, Clem! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cri! <3
      Grazie dell’abbraccio, che ricambio con tutto l’affetto. Ora sto anche muovendomi per conoscere l’opinione di un avvocato. È una questione di principio, perché a me è andata anche piuttosto bene, tutto sommato, ma anche perché sono agile e ho fatto in tempo a evitare di schiantarmi frontalmente – oserei dire che il mio volo avrebbe fatto impallidire persino Jackie Chan :D – ma se penso che sarebbe potuto succedere a una donna incinta, o a un anziano, o a una persona con problemi di deambulazione, come Achille, mi sento infiammare. In quel cinema si sono verificate negligenze decisamente gravi: la scala era scivolosa (probabilmente imbrattata da qualche visitatore) e non è stata opportunatamente ripulita, né si è provveduto a posizionare la segnaletica di warning. Inoltre, in seguito alla caduta, sono rimasta a terra diversi minuti durante i quali si sono avvicinate molte persone che, oltre a lamentare la scivolosità dei gradini, desideravano prestarmi soccorso, così come molte altre si sono affacciate alla balaustra del secondo piano per osservare la scena. In quel lasso di tempo si è formato un cicaleccio impossibile da non udire e ciononostante non si è presentato nemmeno un addetto del cinema per capire cosa fosse accaduto. Questa è omissione di soccorso. Se consideriamo che quello è un luogo pubblico, nel quale si accede dopo aver acquistato un biglietto di ingresso, non si può ignorare che si tratta di un atto di estrema gravità.

      Elimina
    2. C'è un menefreghismo da parte dei responsabili, e delle istituzioni, che fa paura. Quando si tratta di scucirti dei soldi, sono molto solerti, ma quando si tratta di assumersi le proprie responsabilità, fanno finta di niente. Fai benissimo a muoverti con un avvocato.

      Elimina
  3. Torna presto,non preoccuparti per i nostri blog.....pensa a ristabilirti. Ti aspettiamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nick!
      Farò del mio meglio, te lo assicuro! Un giga abbraccio <3

      Elimina
  4. Oh, caspita! Rimettiti presto, Clem!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marco, assolutamente sì! Grazie mille e un super abbraccio <3

      Elimina
  5. Cazzarola, rimettiti in fretta e approfitta per riposarti e farti coccolare!!
    Un mega-abbraccio! :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Miki, grazie di cuore e un giga-abbraccio anche a te! <3

      Elimina
  6. Non devi scusarti di niente, pensa a curarti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia, grazie anche a te e un abbraccione! <3

      Elimina
  7. Cavoli, curati. Riguardati. Ti capisco benissimo, sono reduce da una caduta rovinosa che mi ha procurato cinque coste fratturate. Un abbraccio, Clementina.

    RispondiElimina
  8. Buona guarigione, Clementina. Pensa che io pensavo che fossi già entrata in pausa natalizia...

    RispondiElimina
  9. Bene, il malefico google non ha registrato il mio commento :-(
    Ti faccio i miei auguri, riposati e riprenditi.
    Poi quando torno passa di qui, che ho letto e recensito il tuo favoloso libro!

    https://francescavanniautrice.blogspot.it/2017/12/niente-panico.html

    RispondiElimina
  10. Ne avevo saputo qualcosa leggendoti su Facebook. Accidenti, deve essere stata proprio brutta.
    Spero tu stia meglio... facci sapere come sta andando!

    RispondiElimina
  11. Mi dispiace che tu sia incappata in questa esperienza spiacevole, anche se senza conseguenze, per fortuna. Tutti i miei auguri per un periodo natalizio di serenità e anche di riposo! :)

    RispondiElimina